Riscaldare la piscina con le pompe di calore per allungare l’estate

Con le pompe di calore potete anticipare l’apertura della piscina e posticiparne la chiusura, in poche parole allungare la stagione dei bagni.

Se non amate l’acqua fresca e fate il bagno in piscina solo nei mesi più caldi dell’anno le pompe di calore sono la soluzione ideale per avere un’acqua a 28-30 gradi in qualsiasi momento lo desideriate, anche se la temperatura esterna non è torrida.

Anche per le pompe di calore per piscina la tecnologia ha fatto considerevoli passi avanti ed oggi esistono apparecchi che hanno consumi ridotti e rese elevate.

Ma che cosa è una pompa di calore? E come funziona?

La pompa di calore è un apparecchio termodinamico. Il suo principio di funzionamento è molto semplice: l’apparecchio cattura calorie dall’aria per restituirle direttamente all’acqua della piscina tramite scambio termodinamico.

L’80% dell’energia proviene dall’aria, il 20% dell’energia proviene dalla vostra fornitura di elettricità.

Il parametro per valutare le prestazioni di una pompa di calore è il suo COP (coefficiente di prestazione) che corrisponde al rapporto tra la potenza fornita all’acqua della piscina e il consumo elettrico. Più questo valore è alto ( dovrebbe essere almeno al di sopra del 4) più la pompa di calore funziona meglio. Un COP di 4 sta ad indicare che l’apparecchio restituisce, come una energia sotto forma di calore 4 volte superiore la potenza elettrica richiesta per farlo funzionare. Se abbiamo un apparecchio che consuma circa 2 kw ed ha un COP di 4 la sua resa sarà di 8 kw. I migliori apparecchi possono arrivare ad avere COP di 7.

Un dato importante da tenere in considerazione durante la scelta di una pompa di calore è anche la sua temperatura minima di esercizio. Buoni apparecchi possono funzionare fino a -12 °C, mantenendo comunque COP più che accettabili.

Bisogna valutare anche i materiali di costruzione degli apparecchi e soprattutto dello scambiatore di calore che è preferibile in titanio in quanto ha una notevole resistenza alla corrosione e può funzionare anche in presenza di impianti di sterilizzazione ad elettrolisi salina.

I modelli più evoluti di pompe di calore, una volta impostata la temperatura, controllano il funzionamento della pompa di filtrazione in modo autonomo ( By-passando il timer) e sono dotati di pratici pannelli di comando touch screen ed in alcuni casi controllabili anche da remoto con smartphone, pc o tablet tramite App dedicate.

Se volete configurare la pompa di calore ideale per la vostra piscina chiamateci e vi daremo la consulenza e tutta l’assistenza che vi occorre.